“Ex Libris – New York Public Library”

Oggi sono andata a rinnovare la tessera della biblioteca comunale. Avrei potuto farlo anche online, ma ho preferito recarmici di persona perché mi piace proprio andare lì. Mentre aspettavo che l’impiegata terminasse tutte le operazioni, ripensavo a “Ex Libris – New York Public Library”, il documentario di Frederick Wiseman presentato in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Al momento non ha ancora una data di uscita in Italia ed è stato proiettato all’interno delle rassegne che portano in anteprima nei cinema alcuni dei film che sono passati al Lido. A Roma era in programma solo per due giorni (spettacoli pomeridiani in mezzo alla settimana). Sono andata a prendere i biglietti due ore prima per poterlo vedere al cinema Eden e bene ho fatto: quando si sono spente le luci la sala era piena.

In 190 minuti, il grande documentarista Wiseman mostra il dietro le quinte di una delle più grandi istituzioni del sapere del mondo, la New York Public Library. La macchina da presa di Wiseman, a cui nessuna delle persone inquadrate sembra fare caso, segue discreta ma implacabile dipendenti, membri del consiglio di amministrazione, partecipanti a eventi di gala, conferenzieri e utenti all’interno della NYPL e di alcune delle sue  quasi novanta succursali sparse tra Manhattan, Bronx e Staten Island.

Il sistema bibliotecario cittadino, gestito privatamente da un’associazione senza scopro di lucro con una missione pubblica che opera sia con finanziamenti pubblici sia privati, rappresenta molto di più un semplice “deposito di libri”: è anche una delle istituzioni più democratiche d’America. Per milioni di utenti, senza alcuna distinzione sociale, è un luogo di aggregazione e di apprendimento. Oltre al prestito dei libri, ci sono corsi di alfabetizzazione informatica per stranieri, doposcuola per bambini e ragazzi, gruppi di lettura, concerti, conferenze, incontri con celebrità aperti al pubblico. Wiseman riprende tutto questo ma anche le discussioni di chi “fa” la NYPL: come fare per renderla ancora più inclusiva, ridurre il digital divide, digitalizzare sempre più contenuti. Una delle discussioni che più mi ha appassionato è quella che vede Tony Marx, l’amministratore delegato della NYPL, discutere su quali libri (o ebook) è bene investire: bisogna acquisire gli ultimi bestseller perché è quello che la gente vuole leggere oppure il compito di un’istituzione come la biblioteca è quello di conservare oggi quello che un domani sarà più difficile trovare perché più raro?

nypl 2.png

Libri veri e propri se ne vedono pochi in “Ex Libris”. La maggior parte delle persone immortalate da Wiseman legge o scrive al computer, tiene in mano uno smartphone, cerca un modo per ottenere una connessione internet.

Lo spiega lo stesso Wiseman:

“Le biblioteche pubbliche in America sono cambiate da quando ero giovane. Ricordo che andavo in biblioteca a prendere i libri. Ora le biblioteche offrono molto di più. Durante le riprese del film sono rimasto colpito nello scoprire la grande varietà di servizi, opportunità ed esperienze che le biblioteche forniscono a chiunque vi acceda. Le biblioteche odierne sono diventate dei centri comunitari con corsi dopo scuola per i bambini e corsi di formazione per gli adulti in lingue, cittadinanza, economia e informatica. A prescindere dall’attuale contesto politico americano, la biblioteca rimane un ideale di inclusione, democrazia e libertà d’espressione”

“Ex libris”: fuori dai libri. Dall’oggetto fisico, fatto di pagine e inchiostro, alla sua smaterializzazione e al suo superamento. Questo ideale della biblioteca come luogo aperto a tutti, nella miglior tradizione del pensiero americano, ha molto a che fare con i concetti di “bene comune” e “comunità”. Wiseman sembra guardare con infinito affetto la New York Public Library e le persone che la animano: un’istituzione fondamentale che ha saputo reinventarsi nell’era del digitale senza snaturarsi.

** Non sono mai stata a New York quindi purtroppo non ho foto mie per corredare l’articolo: quelle che vedete provengono dalla pagina Facebook ufficiale della New York Public Library

Annunci

Un pensiero riguardo ““Ex Libris – New York Public Library”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...